Ecco i migliori Nobile di Montepulciano dell’annata 2021

Reading Time: 4 minutes

Siamo al punto di svolta per il Nobile di Montepulciano: questa che si è appena conclusa dovrebbe essere l’ultima anteprima del vino poliziano come lo abbiamo conosciuto fino a questo momento. La rivoluzione è lì: in attesa del via da parte dei burocrati di Bruxelles. Il progetto Pievi inizia a vedere la luce e, a giudicare degli assaggi dei vini quasi pronti per la commercializzazione, sarà un vero e proprio terremoto. Le Pievi assaggiate in due seminari dedicati hanno mostrato una finezza, una purezza e una ricerca del dettaglio territoriale che non abbiamo mai visto fino a questo momento.

Nella sala degustazione, invece, i vini delle ultime annate raccontavano di una fase di transizione: alcuni ancora legati ad uno stile più rotondo ed internazionale, oppure  sbilanciati nella parte tannica; altri già ben inseriti sul filone delle Pievi.

LEGGI IL REPORT COMPLETO SUL NOBILE DI MONTEPULCIANO DI RAFFAELE MOSCA PER FILIPPOBARTOLOTTA.COM

LE ULTIME ANNATE A CONFRONTO

La 2021 sulla carta è stata un’ annata molto favorevole: equilibrata, regolare, con giusto un pelino di siccità in estate, ma senza gli sconvolgimenti della 23′ e nemmeno l’afa della ’22. Chi l’ha interpretata bene ha portato a casa un signor Nobile di Montepulciano. Il quadro, però, è meno omogeneo rispetto alla 2019, che per il momento sembra sia stata l’annata più felice per il comprensorio poliziano tra quelle recenti.

Qualche vino con un surplus di legno c’è ancora, ma si tratta di una sparuta minoranza. Ancora un po’ problematica, invece, la gestione del tannino, ma qui la differenza la fa più l’evoluzione stilistica che l’annata di per sé. Tutti stanno cercando di snellire il Nobile per andare incontro al cambiamento del gusto a livello internazionale, ma se si rinuncia a quella “ciccia” che vendemmie ritardate, estrazioni ed uso massiccio di legni davano ad alcuni vini, bisogna gestire il tannino ancora meglio, perché qualunque traccia di astringenza in eccesso emerge in maniera ancor più evidente.

Dopodiché, i vini sono giovani e qualcuno di questi tannini un po’ sgarbati andrà ad assestarsi nei 5-6 mesi di “limbo” prima dell’ingresso in commercio (che, per la maggioranza dei vini, avverrà tra estate e autunno). In altri casi, invece, rimarrà una certa polverosità a contraddistinguere i vini, rendendoli un po’ rustici.

Le 2020, invece, sembra un’annata meno ricca, meno longeva, ma più equilibrata da subito. Per i migliori vini di questo millesimo rilasciati tardivamente vi rimando al mio report per la stampa internazionale. Lo trovate a questo link:

LEGGI IL REPORT COMPLETO SUL NOBILE DI MONTEPULCIANO DI RAFFAELE MOSCA PER FILIPPOBARTOLOTTA.COM

Ecco i migliori sei Nobile di Montepulciano dell’annata 2021:

Tenuta Golo

Un vino esordiente prodotto sotto l’egida del rinomato consulente Emiliano Falsini. Ha fatto fermentazione spontanea con pied de cuve, seguita da 24 mesi in botti da 20 hl. Dispensa profumi di mirtilli rossi, violette selvatiche, menta e qualche sfumatura speziata e terragna. Convincente per equilibrio e immediatezza, sfodera un frutto saporito e carnoso, con un guizzo di arancia amara  a contrasto e qualche soffio floreale ad arricchire. Buona la prima!

90/100

Cantina Chiacchiera

Classico Nobile “old school” di piccola con vigne in zona Cervognano. Ha trascorso 18 mesi in botti grandi di rovere e sfodera qualche accenno evolutivo, terragno, frammisto a ciliegia, liquirizia e polvere di cacao. Tannini appena polverosi incalzano il frutto ricco e avvolgente e scandiscono un finale ampio, dai rimandi terragni.

91/100

Tiberini – Le Caggiole

La sottozona Le Caggiole, una delle future Pievi, è contraddistinta da alte colline con terreni sabbiosi, che danno vita a vini aggraziati e sottili come questo di Tiberini. Violetta, ciliegia croccante, melagrana e un accenno balsamico anticipano un sorso disteso e succoso, con tannino pressappoco perfetto e finale balsamico di rara souplesse. Non il Nobile più complesso, ma tra i più fini e disinvolti.

91/100

Fattoria della Talosa – Alboreto

Un bel conseguimento per la cantina storica della famiglia Jacorossi, passata da bella addormentata nel centro di Montepulciano a punto di riferimento nel giro di pochi anni.  L’Alboreto 2021 è tra i vini più puri ed aggraziati dell’annata: aromi delicati di mela rossa, melograno, liquirizia e pot-pourri anticipano un sorso dotato di pari souplesse, forte di un tannini tra i più fine cesellati della kermesse. Finale fresco e saporito di drupe e arancia sanguinella.

92/100

Bindella – I Quadri

Tra le interpretazioni più “moderne” di Nobile, il cru di Bindella è sempre una delle più centrate, forte di uno stile improntato sulla delicatezza e la precisione, con un naso dolce di marasche, rose rossa, liquirizia e cannella che preannuncia un sorso composto ma non rigido: morbido, con tannini fitti e ben integrati, guizzi di arancia sanguinella e qualche accenno sapido a sostenere la progressione fino alla chiusura lunga e raffinato.

93/100

Le Berne – Cervognano (campione di Futura Pieve)

Ebbene si, il vino più affascinante di tutta la kermesse è proprio un campione con menzione Pieve, senza etichetta definitiva e senza data certa di commercializzazione. La zona è quella che aspira ad essere il “Grand Cru” del Montepulciano: per concentrazione di produttori degni di nota, ma anche per geologia favorevole, con un mix di sabbie e argille che forgiano vini in equilibrio tra potenza e finezza. Questo di Le Berne profuma di gelatina di ribes e anice, lavanda e fiori rossi. D’ impronta quasi borgognona per soavità e succosità del frutto, con tannino impeccabile, acidità incalzante che gli dà l’abbrivio, conducendo i giochi fino alla chiusura energica e garbata allo stesso tempo. Se questo è l’archetipo del Nobile Pieve, allora ne vedremo delle belle!

94/100

LEGGI IL REPORT COMPLETO SUL NOBILE DI MONTEPULCIANO DI RAFFAELE MOSCA PER FILIPPOBARTOLOTTA.COM

 

Ultimi articoli

Resta aggiornato!​

Iscriviti alla nostra newsletter

You have been successfully Subscribed! Ops! Something went wrong, please try again.

Sommelier Life, un portale dedicato a tutto ciò che gira attorno al vino. Notizie, degustazioni, recensioni di ristoranti e molto altro.

© 2024 Sommelierlife