fbpx

Raffaele Mosca

70 Articles written
Wine writer under 30, Master Sommelier FIS e laureato in Business Administration presso la John Cabot University. Ha cominciato a frequentare corsi per sommelier a 18 anni e non ha mai smesso di studiare ( al momento è allievo del Master in Wine Culture and Communication dell’Università di Scienze Gastronomiche). Ha collaborato per tre anni con una nota testata di settore prima di mettersi in proprio. Il suo obiettivo? Raccontare il vino senza peli sulla lingua.  _______________________________ Wine writer under 30, FIS Master Sommelier, John Cabot University Business Administration graduate. He started attending sommelier courses shortly after turning 18, and he never stopped studying – right now he is attending the Master in Wine Culture and Communication at the University of Gastronomic Science. He has collaborated for three years with a well known Italian publication before becoming independente. His goal is to write about wine in an outspoken manner.

Resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità.

Da Francesco: il ristorante stellato più bello della Langa

Ultimo sabato di Ottobre in Langa con il DPCM ammazza-ristorazione già nell’aria. Ho già la valigia pronta, ma, prima di andar via, voglio concedermi...

La Bogliona di Scarpa: una Barbera degna di un Barolo classico

Barbera si, ma senza barrique, e non per rinnegare l’importanza che i legni piccoli hanno avuto nel nobilitare l’uva operaia cantata da Gaber, ma perché così è sempre stato: la Bogliona sta alla Barbera d’Asti come i vini di Giacomo Conterno stanno al Barolo.

Ristoratori contro Speranza: “azioni inqualificabili, buttate centinaia di euro di merce”

I colori delle regioni cambiano con scarso preavviso e migliaia di ristoratori si vedono costretti a buttare la merce o ad organizzare un delivery...

Il vino come fumo e bevande gassate: l’EU sceglie la via della demonizzazione

Dal Parmigiano Reggiano paragonato al fumo dall'OMS, al vino equiparato a sigarette e bevande gassate nel piano per la lotta al cancro dell' Unione Europea

Planeta: tutta la Sicilia in sei vini da vitigni autoctoni

Dall’Etna alla Val di Noto, passando per Menfi, Vittoria, Capo Milazzo. La Sicilia raccontata da Alessio Planeta, erede di una delle più importanti dinastie...

Per produrre il Bordeaux si potrà usare il vitigno cardine del Porto

La commissione agricoltura dello stato francese ha approvato sei nuovi vitigni idonei alle coltivazione nell' AOC. La cosa di per sé non sarebbe strana, se non fosse che due delle sei varietà sono portoghesi (e una è tradizionalmente utilizzata per produrre il Porto).

Champagne in crisi, Prosecco in crescita. Dom Perignon e Cristal resistono

Brutte notizie per i produttori delle bollicine più famose del mondo. La pandemia ha infierito un duro al colpo all’industria, che ha perso oltre un quarto del fatturato nell’anno della pandemia. I brand più affermati, però, hanno tenuto botta.

Giancarlo Ceci: vini biodinamici nella Puglia di Federico II

Su a Castel del Monte, ad ammirare la corona di pietra che lo Stupor Mundi eresse per ricordare ai pugliesi il suo dominio, e poi giù a visitare un’altra struttura a forma di castello: la Masseria Sant’Agostino di Giancarlo Ceci

Amarone della Valpolicella Classico Ravazzol 2013 di Ca’ La Bionda

Una carezza. Ecco che cos’è quest’ Amarone. Di media preferisco l’esperienza che sconquassa ed elettrizza, ma alle volte è giusto farsi coccolare.