fbpx

Wine Spectator Top 100: tutti i vini italiani in lista

Reading Time: 2 minutes

Barolo, Brunello, Barbaresco, Nord Piemonte, Soave e anche il Manzoni Bianco della signora del vino biodinamico trentino. I vini italiani della TOP 100 Wine Spectator non saranno i migliori in assoluto del belpaese, ma non rispecchiano nemmeno lo stereotipo del vino “marmellatoso” menzionato più volte nei commenti sui social media.

Il gusto pacchiano della cosiddetta era della Parkerizzazione è acqua passata: il Sideways Effect ha dato man forte all’ascesa del Pinot Noir, che è presente ben 12 volte in lista, e, sul fronte italiano, gli autoctoni hanno preso il sopravvento sugli internazionali. Dei dieciassette italiani premiati, solo quattro provengono da uve “alloctone”, di cui da due varietà storicamente presenti nel nostro paese come Sauvignon Blanc (in Friuli) e Pinot Grigio.

Detto questo, è assolutamente legittimo esprimere il proprio scetticismo sull’accuratezza di queste liste, che ovviamente lasciano il tempo che trovano (e, come fatto notare da alcuni, vengono dimenticate rapidamente). Impensabile, d’altro canto, che una rivista così “mainstream” vada a premiare vini introvabili e sconosciuti ai più: come già specificato qui, il suo pubblico è la massa, non la nicchia più esigente.

In ogni caso, un obiettivo fondamentale la rivista americana “par excellence” l’ha raggiunto: di questa Top 100 si è parlato tantissimo e, in tempi in cui essere visibili è forse più importante che essere credibili (perlomeno in termini di ritorno economico), questo è un traguardo non da poco.

Di seguito la lista dei vini italiani in Top 100:

3. San Filippo Brunello di Montalcino Le Lucére 2015

7. Massolino Barolo 2016

11. Castello di Volpaia Chianti Classico Riserva 2016

13. Tolaini Cabernet Sauvignon Toscana Legit 2016

16. Caprili Brunello di Montalcino 2015

20. Caiarossa Toscana Pergolaia 2016

24. Produttori del Barbaresco Barbaresco Rabajà Riserva 2015

32. Foradori Manzoni Bianco Vigneti delle Dolomiti Fontanasanta 2018

36. Marchesi de’ Frescobaldi Chianti Classico Tenuta Perano 2015

39. Boscarelli Vino Nobile di Montepulciano 2016

47. Vietti Barbera d’Asti Tre Vigne 2017

49. Istine Chianti Classico 2016

54. Travaglini Gattinara 2015

60. Il Conte Villa Prandone Rosso Piceno Superiore Marinus 2017

70. Suavia Soave Classico Monte Carbonare 2017

74. Jermann Pinot Grigio Friuli 2017

82. Tormaresca Primitivo Salento Torcicoda 2016

96. Tenuta San Leonardo Sauvignon Blanc Vigneti delle Dolomiti Vette 2018

99. Grifalco della Lucania Aglianico del Vulture Gricos 2017

OGGI ABBIAMO PUBBLICATO ANCHE: INTERVISTA A RICHARD BAUDAINS, FIRMA STORICA DI DECANTER

TUTTE LE NEWS

SEGUI SOMMELIER LIFE SU FACEBOOK

SEGUI SOMMELIER LIFE SU INSTAGRAM

Se ti è piaciuto questo articolo, potresti essere interessato anche a:

Ritrovato il bottino del più grande furto di vino della storia

Jasci & Marchesani – Riesling Histonium 2019

La Torre: l’osteria più verace del borgo più bello delle Langhe

Habemus: genesi di un’eccellenza laziale

Migliori vini del 2020: trionfa la Spagna, Italia sul podio

Le aste milionarie di Romanee Conti non sono uno scandalo

Champagne online: i migliori dieci siti dove acquistarlo

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui