fbpx

Tre Bicchieri Gambero Rosso 2022: i vini premiati del Friuli Venezia Giulia

Reading Time: 2 minutes

Su 26 vini premiati, 25 sono bianchi. Completamente assenti Refosco, Schioppettino e Merlot.

I migliori vini del Friuli Venezia Giulia 2022

Ritorno al classico. È il tema di fondo tra i 26 vini premiati con i Tre Bicchieri in quest’edizione della Guida. La culla dei grandi bianchi conferma la sua vocazione con ben 25 premiati su 26. Tra questi, nove sono frutto di un blend di diversi vitigni a bacca bianca: quel matrimonio di uve che per anni è stata la cifra stilistica regionale, molto prima dell’affermazione delle etichette monovarietali. Nuovo lustro, dunque, per la cultura dell’assemblaggio, della biodiversità in bottiglia, da una parte, e una nuova consapevolezza di tanti produttori che propongono con forza le loro selezioni di vini bianchi a diversi anni dalla vendemmia. I veri appassionati di vino lo sanno bene: i bianchi friulani invecchiano con un’incantevole grazia. In questo senso, i nostri assaggi certificano appieno la bontà della vendemmia 2019, le attese per le migliori espressioni erano alte e non sono state disattese. Il millesimo ha abbinato perfettamente maturità e freschezza, con strutture gustative che prenotano un lungo viaggio in bottiglia nel tempo. Buoni segnali arrivano anche dalla vendemmia 2020, che soprattutto porta in dono ottime riserve di freschezza per le varietà bianche aromatiche.

Altro aspetto saliente è la nuova attenzione verso il mercato del rosa, quest’anno sono stati ben 20 i campioni rosé presentati, rispetto ai soli due assaggi della passata edizione. Il vento a favore arriva anche grazie al nuovo Prosecco Rosé, con diverse cuvée che strappano punteggi sorprendenti. Dal rosa all’arancione: qui si producono alcuni dei migliori bianchi macerati d’Italia e non solo. Quest’anno all’appello rispondono il maestro Podversic, con il Nekaj ’17Primosic con il Collio Friulano Skin Ris. 2017 Draga con la Malvasia Miklus ’18. L’unico rosso regionale con i Tre Bicchieri è il Cabernet Franc ’18 di Le Monde, un rosso dalla trama intensa e slanciata, di piacevolissima beva. Non può mancare una nota ad hoc per il Tal Luc Cuvée.5.6. di Lis Neris, uno dei pochissimi vini dolci premiati in Guida: una perla di caratura mondiale capace di riavvicinare alla tipologia anche chi sta guidando sempre più verso altre rotte.

Braide Alte 2019

 Livon

Colli Friulano 2019

 Stella

Collio Bianco Broy 2019

 Collavini

Collio Bianco Fosarin 2019

 Ronco dei Tassi

Collio Bianco Langor Giulio Locatelli Ris. 2019

 Tenuta di Angoris

Collio Chardonnay 2020

 Colle Duga

Collio Friulano 2020

 Borgo Conventi

Collio Friulano 2020

 Schiopetto

Collio Friulano Skin Ris. 2017

 Primosic

Collio Malvasia 2020

 Princic

Collio Malvasia Miklus 2018

 Draga – Miklus

Collio Sauvignon 2020

 Tiare – Roberto Snidarcig

Collio Sauvignon Ris. 2017

 Russiz Superiore

Collio Sauvignon Ronco delle Mele 2020

 Venica & Venica

Desiderium I Ferretti 2019

 Luisa

Eclisse 2019

 Roncaia

FCO Biancosesto 2019

 Tunella

FCO Friulano 2020

 Torre Rosazza

FCO Pinot Bianco Myò 2019

 Zorzettig

FCO Sauvignon Zuc di Volpe 2020

 Volpe Pasini

Friuli Cabernet Franc 2018

 Le Monde

Friuli Isonzo Sauvignon Vieris 2019

 Vie di Romans

Nekaj 2017

 Podversic

Rosazzo Terre Alte 2018

 Felluga

Tal Lùc Cuvée .5.6

 Lis Neris

Vintage Tunina 2019

 Jermann

SEGUI SOMMELIER LIFE SU FACEBOOK

SEGUI SOMMELIER LIFE SU INSTAGRAM

ARTICOLO CORRELATO: La Campania dall’Aglianico al Piedirosso: venti vini imperdibili

Se ti è piaciuto questo articolo, potresti essere interessato anche a:

Tre Bicchieri Gambero Rosso 2022: i vini premiati della Campania

Chiocciole Slow Wine 2022: ecco tutte le aziende premiate

Fiano di Avellino e Greco di Tufo: i migliori vini delle ultime annate

La Campania dalla Falanghina alla Coda di Volpe: dieci vini straordinari

spot_img

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui