fbpx

Le alluvioni colpiscono il vino tedesco: allagate molte cantine nelle zone storiche

Reading Time: 2 minutes

Situazione grave nelle regioni vinicole della Germania: l’acqua ha devastato vigneti e cantine.

L’ alluvione che ha causato la morte di quasi 200 persone tra Germania, Belgio e Paesi Bassi ha messo a dura prova i produttori nelle regioni del Palatinato e della Ahr. Le immagini e il video pubblicato da Harald Steffens, titolare della Weingut Steffen-Kess, parlano da soli.

Paura anche nella zona della Mosella, patria dei grandi Riesling, dove, però, non si registrano danni gravi. “Martedì e mercoledì ha piovuto con una tale intensità per tutto il giorno e la notte che il terreno non ha resistito – ha detto a Wine Spectator Nik Weis, proprietario di Nik Weis St.-Urbans Hof a Leiwen – L’acqua scorreva in superficie direttamente nei fiumi, che hanno iniziato a salire in modo esponenziale. Normalmente quando abbiamo inondazioni, si accumulano in giorni o settimane, soprattutto in inverno o in primavera quando, oltre alla pioggia, la neve si scioglie sulle montagne. Quando questo accade, l’acqua sale lentamente e la gente ha il tempo di prepararsi. Questa volta è stato come uno tsunami. È arrivato rapidamente e ha sorpreso tutti”.

Squadre dalle aree non colpite si stanno organizzando per aiutare i coltivatori della Ahr nei loro vigneti, in modo che possano concentrarsi sulla pulizia. Nik Weis e suo figlio hanno anche consegnato un generatore mobile a Meyer-Näkel, una storica realtà duramente colpita.

Il Verband Deutscher Prädikatsund Qualitätsweingüter (VDP), l’associazione tedesca delle aziende che fanno vini di qualità superiore, sta organizzando eventi di beneficenza per le prossime settimana. A Gunderloch si terrà un festival del vino il cui ricavato sarà tutto devoluto in beneficenza ai produttori della Ahr.

GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI SUL MONDO DEL VINO

SEGUI SOMMELIER LIFE SU FACEBOOK

SEGUI SOMMELIER LIFE SU INSTAGRAM

Se ti è piaciuto questo articolo, potresti essere interessato anche a:

Ecco le migliori carte dei vini del mondo: sei sono in Italia

Le migliori aziende vinicole sostenibili secondo Robert Parker

Presentato il nuovo Coravin per spumanti e vini frizzanti

Svolta epocale nel Chianti Classico: introdotti undici Cru per la Gran Selezione

Chianti Classico 2019 e 2018: i migliori vini dell’anteprima Chianti Classico Connection 2021

Franco Battiato e il vino: tre etichette siciliane per omaggiare il grande maestro

Tannico conquista la Francia: acquisito uno dei più importanti e-commerce d’oltralpe

Esplode una vasca e dalla cantina sgorga un fiume di vino rosso

Il futuro dei Supertuscans è nel Cabernet Franc: lo dice l’enologo di Ornellaia

La presidente FIVI chiede di limitare il potere delle grandi aziende nei consorzi

Nella città del vino dell’ Etna si vendono case a un euro

Si rifiuta di consegnare un messaggio fascista con il vino e Winelivery lo licenzia

C’è un vignaiolo piemontese tra i giovani che cambieranno il mondo secondo 50Best

TUTTE LE NEWS

VAI ALLA HOMEPAGE

spot_img

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui